Come scegliere un corriere espresso per le tue spedizioni di vino?

By Guide Leave a comment
Come scegliere il migliore corriere per le spedizioni di vino.

Avere un’enoteca online non significa solamente essere visibili sui motori di ricerca, avere una buona e grande offerta diversificata dei vini,  avere un sito facile da usare,  avere un processo d’acquisto facile ed intuitivo etc… (trovi maggiori informazioni nella nostra guida di come sviluppare un buon sito e-commerce), ma significa anche gestire molto bene la fase della spedizione dei vini con i corrieri espressi. Come scegliere quindi il migliore corriere espresso per le tue spedizioni di vino?

La Customer journey della vendita dei vini online

La consegna infatti è l’ultimo anello di una catena lunghissima della tua Customer journey ed è l’unico punto che ti mette veramente in contatto fisico con il tuo cliente. E’ quindi forse l’anello più importante e sempre tra i più sottovalutati. Di conseguenza la qualità del tuo corriere è importante quanto la qualità dei tuoi prodotti e del tuo servizio.

Nel corso della nostra esperienza nel campo del settore logistico, la domanda che più volte ci è stata posta direttamente, ma anche indirettamente è sempre la stessa: qual è il miglior corriere per spedire le nostre bottiglie di vino? 

Com’è facile intuire dalla domanda, la risposta non è così semplice, ma su di un punto comunque c’è certezza :

“Le imprese sottovalutano spesso la scelta del corriere e del servizio di consegna. Quando una società decide di collaborare con un particolare corriere, deve sapere che l’attività del corriere diventa immediatamente un’estensione del proprio marchio. Di conseguenza, eventuali carenze da parte del corriere avranno un impatto negativo sull’immagine della società e la sua reputazione.”

Quanto è sicuro nelle spedizioni di vini?

Diciamolo e dichiariamolo a caratteri cubitali : “In assoluto non esiste un corriere più sicuro di un altro“, esiste invece il miglior corriere per le tue esigenze, e semmai esistono filali che funziona meglio e altre peggio. Questo perché ci dimentichiamo troppo spesso che le aziende sono fatte di persone. Allora cosa bisogna fare ?
Innanzitutto bisogna minimizzare assolutamente i possibili problemi derivanti dal corriere. Ovvero bisogna assolutamente non delegare il rischio della rottura della spedizione al corriere, ma bisogna assumersi in prima persona la responsabilità di utilizzare il miglior imballaggio possibile indipendentemente dal corriere che si sceglierà. L’aspetto della spedizione di vini in modo sicuro deve essere al centro della tua enoteca. Il corriere deve essere scelto per altre motivazioni come ad esempio

  • se ha servizi accessori?
  • Qual è la modalità di interfacciamento ha con la tua piattaforma e-commerce?
  • Se ha una presenza capillare nel paese di riferimento?
    Ad esempio per le spedizioni all’estero consiglierei sempre dei corrieri che hanno una diffusione internazionale come DHL TNT o UPS (per fugare ogni dubbio i corrieri sono stati menzionati in ordine meramente alfabetico 🙂 ) piuttosto di utilizzare un corriere nazionale come SDA o BRT. E semmai viceversa per le spedizioni nazionali.

Affrontata questa prima questione legata alla sicurezza mi porrei le successive domande.

Il corriere è una vera estensione della tua enoteca.

Ha il prezzo giusto?

Scegliere un corriere in base al prezzo non sempre è corretto. Infatti non sempre significa che l’opzione più economica sia la migliore. Devi valutare quanto è importante che il prodotto venga consegnato in modo idoneo, rapido, con costi certi. Se il prezzo è il più basso possibile, ci potrebbe essere una buona ragione per questo. E da qualche parte, nella media delle scelte possibili, ci potrebbe stare la scelta migliore.

Quali garanzie ti offre?

Se un corriere si preoccupa veramente di diventare il partner della tua enoteca, cercherà di darti delle garanzie rispetto alle tue esigenze.

Chiedi innanzitutto garanzie sulle tempistiche di consegna. Uno dei fattori che rendono più felice chi compra online è determinato proprio dalla velocità con cui arrivano la merce acquistata. Un aspetto capace anche di creare fidelizzazione, perché poi, unitamente al buono stato dell’imballaggio e della merce, renderà soddisfatto il cliente e desideroso di acquistare nuovamente sulla tua enoteca online.

Ovviamente tutto decade se di fronte ad una rapidità della consegna si evidenzia un danneggiamento della merce : dalla gioia della consegna alla delusione dell’apertura nel ritrovarsi delle bottiglie rotte.

Ha un buon sistema di “tracciatura” delle spedizioni?

Devi assolutamente tener traccia puntuale e precisa di dove sono i tuoi ordini. E quando la consegna è in ritardo, scoprire dove sono e cosa succede. I tuoi clienti vogliono monitorare i loro pacchi e tu dovresti agire anticipando le loro richieste di informazioni. Ti suggerisco di utilizzare anche dei servizi esterni come Qaplà.

Ha un buon servizio clienti in caso di problemi?

Se qualcosa va storto, devi parlare con qualcuno in modo rapido e diretto. Non c’è niente di peggio quando si sta cercando di risolvere un problema urgente star seduto  di fronte a una e-mail che non viene risolta, un help desk che non risponde e nessuno disposto ad aiutarti.

Costi di giacenza?

Quando i vini non riescono ad essere consegnati per assenza recidiva del cliente vanno tecnicamente in giacenza: ovvero rimangono nei magazzini del corriere in attesa di disposizioni da parte del merchant che ha effettuato la spedizione. Questo implica però delle spese accessorie. In alcuni casi la telefonata preventiva alla spedizione al cliente o l’utilizzo di sistemi simili a Qaplà può limitare questi inconvenienti. I costi di giacenza possono essere importanti pertanto contratta questo aspetto con il tuo fornitore .

Conclusioni

Come avrai certamente intuito scegliere un corriere non è semplice e non bisogna mai dimenticare che la percezione che ha il cliente è che il corriere e la tua enoteca siano un’unica entità. Se il corriere commette un errore, la percezione è la tua enoteca ha commesso un errore.

E’ necessario quindi scegliere bene e verificare tutti gli aspetti anche quelli che apparentemente sembrano meno importanti.

Lavorare con un solo corriere espresso non è la soluzione più auspicabile.

Se hai esperienze che possano aiutare noi e tutti gli altri che ci leggono scrivile per favore nei commenti. Ti saremo grati della tua condivisione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.