Ecommerce vino: prepararsi al Natale con una strategia omnichannel

By Guide Leave a comment

Come incrementare le vendite del tuo ecommerce di vino a Natale grazie all’omnicanalità

In collaborazione con Grapes

Per gli ecommerce di vino, il Natale è un momento cruciale. Molti infatti sono i consumatori che, per questa occasione, optano per una bottiglia di vino come regalo per amici e parenti. I vantaggi sono molteplici: l’offerta è ampia e variegata, ci sono proposte per tutte le tasche ed è possibile scegliere tra una gran varietà di formati e design. Il vino, inoltre, è unisex e favorisce momenti di convivialità e condivisione. 


Per capitalizzare al meglio questo periodo, però, è necessario adottare una strategia a tutto tondo, che tenga conto tanto dei fattori online quanto di quelli offline. Entrambe le tipologie, infatti, sono rilevanti in quanto tra loro complementari.

Sarebbe inutile offrire un’impeccabile esperienza all’utente sul proprio sito ecommerce, se poi le bottiglie ordinate non venissero recapitate all’acquirente in tempo per Natale.

Emerge quindi chiaramente l’importanza di una strategia imperniata sull’omnicanalità, ossia sull’integrazione di tutti i touchpoint (fisici e digitali) attraverso i quali si snoda il percorso di acquisto dell’utente.

Strategia Natale Vino

I fattori online

Sui canali digitali, quattro sono gli aspetti da tenere in considerazione affinché il tuo ecommerce di vino sia pronto per il Natale.

1. La comunicazione

Gli utenti devono essere informati in modo puntuale, preciso e trasparente non solo dei saldi e delle promozioni di cui possono usufruire, ma anche dei tempi di consegna previsti per i propri ordini. Ad esempio, è importante comunicare chiaramente qual è la deadline che consente di ricevere i propri acquisti prima di Natale. 

2. La User Experience (UX)

Per incentivare gli utenti ad acquistare sul nostro ecommerce di vino a Natale (e non solo) sarà necessario garantire una esperienza di navigazione fluida e piacevole su tutti i dispositivi. In questo senso, ottimizzare la navigazione su mobile è un must. Secondo i dati riportati da Recart, infatti, i consumatori che fanno shopping online da desktop sono solo il 28% del totale; tutti gli altri acquistano tramite smartphone. Qualunque sia il device scelto dall’utente per il proprio shopping, è necessario offrire un processo di checkout agevole e veloce. I dati di Sale Cycle, infatti, rivelano che il 26% degli utenti abbandona l’acquisto perché il processo di checkout è troppo lungo o complesso

3. La presenza digitale

Nei momenti clou per le vendite è più che mai importante rinforzare la propria presenza su tutti i canali digitali utilizzati. Ad esempio, per creare un “Christmas mood” che stimoli gli acquisti, è possibile impiegare in modo congiunto e incrociato newsletter e social media. L’utilizzo integrato di più strumenti digital garantisce risultati migliori. Stando ai dati, gli store online che postano anche sui social incrementano le proprie vendite del 32% rispetto ai negozi online che non lo fanno. 

4. Il remarketing (o retargeting)

Le stime di Criteo segnalano che il 96% degli utenti abbandona i siti di ecommerce senza acquistare. Facendo leva sull’iniziale interesse mostrato, il remarketing ha il preciso scopo di condurre il potenziale acquirente a completare l’ordine. Un’efficace forma di remarketing è quella “dei carrelli abbandonati”, che mira a riportare nel processo di acquisto tutti quegli utenti che hanno abbandonato il sito lasciando dei prodotti nel carrello. Tra i metodi più utilizzati per riuscire in questo intento vi è l’invio di un reminder tramite email per ricordare all’utente quali prodotti ha nel carrello ed invitarlo a finalizzare l’ordine. Questa strategia può essere molto efficace. Secondo Bounce Pilot, infatti, il 44% di queste email viene aperto e porta circa il 30% dei destinatari a concludere l’acquisto.

I fattori offline

Sul piano offline, due sono i fattori più rilevanti.

1. La logistica del tuo ecommerce di vino

Una logistica efficace è alla base di qualunque iniziativa ecommerce di successo. A Natale più che mai sarà importante garantire che la merce venga recapitata secondo le tempistiche segnalate.

A questo proposito, la ricerca di Baymard.com rivela che è meglio indicare la data di consegna attesa (es: tra il 15 e il 17 novembre) piuttosto che la rapidità della spedizione (es: consegna in 3 giorni). Naturalmente sarà poi necessario rispettare questa promessa. Affinché l’ordine venga effettivamente recapitato secondo le tempistiche comunicate al cliente sarà cruciale affidarsi a corrieri di specchiata professionalità.

Inoltre sarà necessario utilizzare un packaging appropriato per garantire l’integrità della merce durante il trasporto. Oltre ad essere motivo di insoddisfazione per il cliente, la rottura delle bottiglie durante il trasporto è un costo per l’azienda, come ben spiegato da NakPack in questo articolo.

2. Il servizio clienti

Fornire ai clienti un’assistenza di qualità permette non solo di differenziarsi dalla concorrenza, ma anche di fidelizzare più facilmente i clienti. Questo aspetto è molto rilevante in quanto, secondo Forbes, mantenere clienti esistenti è sette volte meno costoso che acquisirne di nuovi. Inoltre, l’80% dei clienti è disposto a dimenticare una cattiva esperienza di acquisto a fronte dell’erogazione di un eccellente servizio clienti (Qualtrics XM Institute). 

Omnicanalità per il tuo ecommerce di vino in sintesi

Nel moderno ecosistema ecommerce, il piano dell’online e quello dell’offline sono egualmente importanti in quanto non possono esistere l’uno senza l’altro. Per questo, il successo della vendita online passa per una strategia improntata sull’omnicanalità. 

Da un lato sarà importante curare la propria presenza digitale su tutte le piattaforme rilevanti, veicolare una comunicazione cross channel omogenea e trasparente e garantire all’utente una piacevole UX su tutti i dispositivi. Dall’altro, si dovrà consegnare la merce entro le tempistiche pattuite con gli acquirenti, garantire l’integrità dei prodotti ed erogare un servizio clienti di qualità.

Integrando questi fattori, il percorso d’acquisto dell’utente sarà soddisfacente, con un ritorno positivo in termini di volumi di vendita e brand reputation.

Grapes è la prima società di consulenza in Italia che supporta le aziende vinicole nello sviluppo delle vendite online, massimizzando le opportunità che il canale offre loro e ottimizzando gli investimenti in digital marketing.

Tagged under:

Leave a Reply

Your email address will not be published.