La logistica in un’enoteca online.

By Guide Leave a comment
La logistica nelle vendite online di vini

La logistica è l’ultimo anello, ma sicuramente tra i più fondamentali, di una catena ben più complessa di tutta l’attività di vendita online. Negli ultimi anni, complice sicuramente anche l’effetto Amazon, il cliente medio, non più soltanto quello più esigente, è abituato ormai a ricevere la merce nell’arco delle 24/48 ore.

La prima fase : Start Up

Per le enoteche online in fase start up, dove i costi iniziali di magazzino posso essere decisamente importanti, e non si disponga di un budget iniziale sufficiente si può pensare di utilizzare la tecnica del drop shipping, ovvero quella di inviare l’ordine ad un proprio fornitore che prepara direttamente il pacco e lo spedisce direttamente al cliente. In questo caso, però, non si ha una certezza assoluta della disponibilità della merce fino a quando non si contatta direttamente il fornitore.

Vi suggeriamo quindi qualche piccolo accorgimento per selezionare al meglio i vostri fornitori.

Affidabilità e reperibilità è un requisito imprescindibile. Deve lavorare sempre anche nei mesi estivi. Non si può pensare di fermare gli e-commerce nel periodo estivo come agosto. Non so se ricordate gli e-commerce di qualche anno fa? Ora è improponibile una soluzione del genere. Il fornitore vi deve quindi garantire una copertura durante tutto l’arco dell’anno

Servizio di preparazione pacco veloce e prodotti di qualità; accertatevi sempre che utilizzi degli imballaggi affidabili e preferibilmente certificati come ad esempio il NAKPACK®

I vini devono essere sempre disponibili e delle annate corrette. E’ molto frustante per un cliente ricevere un vino di annata diversa da quella acquistata. E se proprio si è verificato un errore, contattatelo preventivamente per accertarvi che accetti il cambio annata. La regola è sempre avvisare prima.

magazzini vino per la vendita online

Sviluppo del business ed evoluzione del magazzino

Quando comincerete a muovere i primi passi ed a crescere con i volumi potreste pensare di internalizzare tutto il processo logistico;

In questo caso è fondamentale non caricare troppo il magazzino con le giacenze dei vini. Aver un grande magazzino significa avere grandi capitali investiti e soprattutto immobilizzati. Inoltre potreste incombere nel rimanere con scorte di vino dalle annate troppo vecchie difficilmente vendibili se si trattano ad esempio di vini bianchi o spumanti.

Create una carta dei vini più ampia possibile. Enoteche online con solo un centinaio di etichette lasciano poca scelta all’utente finale. Oggi il cliente è abituato (sempre grazie od a causa di Amazon 🙂 ) ad avere un’ampia selezione tra cui scegliere. Se gli investimenti dovessero essere troppo onerosi, allora potreste concentrarvi su delle nicchie di mercato ben specifiche. Ad esempio vendendo solo esclusivamente vini biologici, oppure solo Champagne ( come ad esempio lo store di Capagio ). Se scegliete questa strategia, dovrete essere però dei veri specialisti di quel dato settore se non i migliori sul web per ampiezza di gamma ed offerta.

Se possibile utilizzate magazzini a temperatura controllata che vi permetteranno di tenere al meglio i vini sopratutto nel periodo più caldo dell’anno.

Dovrete tenere cura di gestire le scorte minime di magazzino al fine di avere sempre tutta la carta dei vini dell’enoteca disponibili per l’acquisto. Se non gestite bene i minimi di giacenza il rischio è di trovarvi a spendere migliaia di euro in azioni di web marketing per portare visitatori nel vostro store online e poi non riuscire a vendere per mancanza di prodotti disponibili. Ovviamente tenete conto anche della velocità di approvvigionamento dei vostri fornitori;

Prestate la dovuta accortezza affinché la preparazione dell’ordine sia impeccabile. Ribadiamo anche qui la necessità di utilizzare degli imballaggi super sicuri ( NAKPACK® è considerato come l’imballaggio porta bottiglie  più sicuro sul mercato). Difatti la bassa qualità della spedizione è un tema estremamente importante che ha un forte impatto sul vostro business.

Da una recente ricerca condotta per conto di UPS®, una quota non trascurabile di quanti acquistano vino online non è del tutto soddisfatta della propria esperienza di acquisto.  Il 37% dei consumatori Ue non è contento delle informazioni fornite sulla data di consegna; il 45% delle opzioni di spedizione offerte; la stessa percentuale degli acquirenti online vorrebbe il controllo sulla data di consegna e il 42% sul luogo di consegna (Fonte ComScore 2015).

Quindi estrema attenzione sulla fase della spedizione, è un motivo che potrebbe far perdere dei clienti conquistati con tanta fatica e soldi. 

Istruite adeguatamente il personale a magazzino. Pensate sempre ad inserire dei piccoli gadget per i vostri clienti. Ad esempio cavatappi o dropstopper sono sempre graditi;

Una volta spedito l’ordine utilizzate dei sistemi di tracciamento come ad esempio Qaplà. E’ molto apprezzato dal cliente finale che riesce a seguire passo dopo passo la propria spedizione.

Tenete quindi sempre a mente che la logistica è si l’ultimo anello, ma in definitiva è l’unico anello che vi mette in contatto fisico (seppur indirettamente) con il cliente finale. Quindi riponete tutta l’attenzione che merita. Vedrete che gli sforzi profusi in questo settore verranno ampiamente ripagati con il tempo.

Cosa possiamo fare per te?

Sicuramente offrirti il migliore imballaggio per le tue spedizioni di bottiglie. Abbiamo un’esperienza sul settore ormai consolidata gestendo oltre il 55% del mercato online italiano delle vendite online. Un’offerta mirata alle tue necessità presenti e sopratutto future. Un partner affidabile con consegna in 24/48 ore.

Leave a Reply

Your email address will not be published.